MUSICA DAL PALCO 

Dove la musica è solo dal vivo

CONDIVIDI IL POST CON I TUOI CONTATTI

ROCKIN’ 1000 1200 musicisti invadono Linate. Con loro Afterhours e Subsonica

08/10/2019

 

ROCKIN’ 1000

THAT’S LIVE: NO BORDERS, ON BOARD

12 Ottobre 2019

Aeroporto Linate

Milano

 

Da poco decollato Jovanotti, sulla pista dell’aeroporto di Linate atterrano ora i “Rockin’1000”. Ci sarà traffico quel giorno agli sbarchi perché nello scalo milanese arriveranno 1200 musicisti, tanti quanti suoneranno sabato 12 Ottobre per un evento denominato “That’s Live: No Borders On Board”.

 

Per capire bene di cosa si tratta, occorre rinfrescare la memoria su cos’è il progetto “Rockin’ 1000”, cioè la più grande rock band del mondo, formata da 1000 e più musicisti che suonano in contemporanea.

 

L’idea nasce nel 2015 dalla mente di Fabio Zaffagnini che per invitare i Foo Fighters a suonare a Cesena decide di organizzare un mega evento in cui raduna 1000 musicisti all’ippodromo di Cesena per un’esecuzione di massa di “Learn To Fly”, cavallo di battaglia della band dell’ex batterista dei Nirvana. Il tutto viene ripreso e messo on line. Il video diventa virale, arriva a Dave Grohl, il quale accetto sorpreso e divertito l’invito ed il 3 Novembre 2015 si esibisce con la band a Cesena.

 

 

Da lì tutto si trasforma in qualcosa di più concreto, diventa un progetto a se stante, funzionante e replicabile. Arrivano allora le esibizioni nel 2016 a Cesena, 2017 a Courmayeur, il 2018 a Firenze, per poi nel 2019 a Parigi e Francoforte. Tutte edizioni di grande successo di pubblico e mediatico.

 

“Tutto è partito con una goliardata - dice Fabio Zaffagnini, ex ricercatore scientifico - ed ora abbiamo raggiunto risultati incredibili. E’ un progetto che abbatte molte barriera: quelle dei confini, quelle di sesso, razza, religione, politica. Qui c’è un unico linguaggio: quello delle musica rock e della condivisione. Rockin’ 1000 - conclude l’ideatore - mette a terra questi concetti, li rende concreti e tangibili.”

 

Così il nuovo mega show di questa large band (“Siamo una band - dice Fabio - non un baracconata da circo”) arriva sulla pista dello scalo milanese di Linate ancora chiuso (per pochi giorni) per la sua ristrutturazione. Il luogo è ancora “caldo” dei 100.000 di Jovanotti ma anche in questa occasione la risposta non si è fatta attendere. Sono infatti 15.000 ad ora i biglietti venduti.

 

Saranno invece 1200 a suonare, così divisi: 350 chitarristi, 150 bassisti, 250 batteristi 250 cantanti, 100 fiati e 100 tastiere. E tutti dovranno andare all’unisono, diretti dal maestro Alex Deschamps.

 

Per questa edizione “No Borders On Board” c’è però una novità come svela Fabio. “Quello di Linate é un concerto ricco e con novità, Per la prima volta ci saranno in scaletta brani italiani suonati insieme alle band che li hanno realizzati in origine. Sono versioni riadattate e concordate insieme agli autori.” A salire sul palco a reinterpetare i propri brani saranno i Subsonica e Manuel Agnelli con Rodrigo D’Erasmo degli Afterhours.

 

Ecco cosa dice Manuel in merito alla sua presenza. “Ho accettato perché è una cosa che non ho mai fatto, è una curiosità, per questo li ringrazio moltissimo per avermela proposta. Questo progetto - dice l’Afterhours - ha una freschezza, un entusiasmo ed una leggerezza che non sentivo da tempo. Sono contagiosi, non ci sono tensioni. Rockin’1000 - prosegue Manuel - musicalmente ha una sua valenza, è reale, non è solo una cosa strana.”

 

A proposito di questa “base orchestrale rock” Agnelli dice.”E’ un reattore nucleare, un esperimento sonoro dalla grande potenza. Sono questi oltre 1000 musicisti e strumenti dietro alle spalle che rappresentano la novità e la sfida, più delle 15.000 bellissime persone che avrò davanti. Non è una novità, l’altra sì! Paradossalmente - spiega - mi colpisce di più sonare di fronte a poco pubblico che davanti a grandi folle”.

 

Organizzare un concerto dei “Rockin’ 1000” significa affrontare un’enorme quantità di problemi tecnici, logistici, organizzativi ed anche artistici, soprattutto in merito alla scelta dei brani da riproporre. “Quando i musicisti passano la selezione vengono classificati in bravi, discreti e scarsi. Questi ultimi hanno da eseguire delle versioni semplificate dei brani. Le canzoni da suonare sono scelte in base a criteri precisi. Innanzitutto per necessità tecnica sono cose semplici, senza lunghi assoli o virtuosismi. Poi sono brani superclassici, ogni tanto ogni tanto ci siamo spinti verso cose più complicate.”

 

Ecco allora quale sarà la scaletta di Linate con la presenza di Afterhours e Subsonica (l’ordine non sarà quello indicato)

 

Space Oddity - David Bowie

Jumpin’ Jack Flesh - Rolling Stones

Another Brick In The Wall - Pink Floyd

Killing In The Name - Rage Against The Machine

Learn To Fly - Foo Fighters

Fortunate Son - Creedence Clearwater Revival

Medley - Led Zeppelin e Jimi Hendrix

Up Patriots To Arms - Franco Battiato

Nuova Ossessione - Subsonica

Tutti I miei sbagli - Subsonica

Seven Nation Army - White Stripes

Smeel Like Teen Spirit - Nirvana

Uptown Funk - Mark Ronson

I Wanna Be Your Dog - Stooges

Ballata Per La Mia Piccola Iena - Afterhours

Male Di Miele - Afterhours

Won’t Get Fooled Again - The Who

Shoot To Thrill - Ac/Dc

 

A proposito delle scelte dei brani degli Aftehours, Manuel spiega. “Sono tre composizioni - faranno anche I Wanna Be Your Dog degli Stooges/Iggy Pop - rock’n’roll, non da stadio perché qui c’è il concetto di club portato ai massimi livelli. Li abbiamo scelti anche per le motivazioni che diceva Fabio, soprattutto per la semplicità di esecuzione.” “Non volevamo rovinare l’occasione di una versione estrema, potenziata e diversa, con problemi di esecuzione. Abbiamo scelto quelli che fossero realizzabili, belli da fare. Cose semplici ma poderose che non togliesse energia a quello che andiamo a fare. Sono brani - conclude Manuel - adatti ad un evento di questo genere, con un approccio rock,adatti per un pubblico generico.

 

Sempre a proposito del progetto Rockin’ 1000 il suo ideatore segnala che sul sito (https://www.rockin1000.com dove è possibile presentare la propria candidatura) “ci sono 19.000 iscritti ad ogni evento. Tra questi scegliamo i primi 1000, gli altri vanno in lista d’attesa. Tra i musicisti presenti a Linate - dice Zaffagnini - ce ne saranno anche alcuni che hanno fatto parte della primissima edizione a Cesena.”

 

 

Please reload

Leggi anche i post collegati

Please reload