MUSICA DAL PALCO 

Dove la musica è solo dal vivo

CONDIVIDI IL POST CON I TUOI CONTATTI

FRANCESCO PIU: Il chitarrista sardo sarà a supporto del tour italiano di JOHN MAYALL #FrancescoPiu #JohnMayall

07/02/2019

 

FRANCESCO PIU

Il chitarrista sardo sarà a supporto del tour italiano di

JOHN MAYALL

 

John Mayall, da oltre 50 anni pioniere della musica blues, sarà presto in Italia con una serie di appuntamenti dal vivo. Ecco di seguito tutte le date del suo tour primaverile nel nostro paese.

 

Venerdì 22 Marzo – UDINE, Teatro Nuovo Giovanni da Udine

Domenica 24 Marzo – ANCONA, Teatro delle Muse

Lunedì 25 Marzo – FIRENZE, TuscanyHall (ex Obihall)

Martedì 26 Marzo – ROMA, Auditorium Parco della Musica / Sala Sinopoli

Mercoledì 27 Marzo – GENOVA, Politeama Genovese

Giovedì 28 Marzo – TRENTO, Auditorium Santa Chiara

Venerdì 29 Marzo – PARMA, Campus Industry Music

Sabato 30 Marzo – FONTANETO D’AGOGNA (NO), Phenomenon

 

Ad aprire i suoi concerti ci sarà Francesco Piu, artista sardo che porterà sul palco una miscela esplosiva di blues, funky e rock in chiave acustica. Il cantante e chitarrista, classe 1981, ha all’attivo diversi album in studio ed in passato ha avuto l’occasione di esibirsi in apertura ai concerti di artisti internazionali, tra i quali Joe Bonamassa, Roy Rogers e Johnny Winter, ma anche connazionali come Davide Van De Sfroos, Eugenio Finardi e Fabio Treves.

 

John Mayall, The Godfather of British Blues, ha firmato nel 2013 con l'etichetta del produttore discografico Eric Corne, la Forty Below Records, e da allora ha vissuto una vera rinascita artistica, inclusa l'introduzione del suo nome nella Blues Hall of Fame avvenuta nel 2015. Il prossimo 22 febbraio l’artista pubblicherà Nobody Told Me, un nuovo album in studio per il quale ancora una volta si è servito dell’aiuto professionale di Eric Corne. Questo lavoro vanta inoltre una lista impressionante e variegata di collaborazioni con chitarristi come Joe Bonamassa, Carolyn Wonderland, Todd Rundgren, Larry McCray, Alex Lifeson e Stevie Van Zandt, alcuni dei quali saranno al fianco di John Mayall anche durante il suo nuovo tour.

 

www.johnmayall.com - www.francescopiu.com

JOHN MAYALL

85th Anniversary Tour

Support act: FRANCESCO PIU

 

Venerdì 22 Marzo 2019 – UDINE, Teatro Nuovo Giovanni da Udine

Platea Gold: € 50,00 + prev.

Platea: € 45,00 + prev.

I Galleria: € 40,00 + prev.

II Galleria: € 35,00 + prev.

III Galleria: € 30,00 + prev.

Biglietti in vendita su Ticketone e presso le biglietterie del Teatro

 

Domenica 24 Marzo – ANCONA, Teatro delle Muse

Poltronissima: € 45,00 + prev.

Poltrona: € 40,00 + prev.

1° Galleria: € 35,00 + prev.

2° Galleria: € 30,00 + prev.

3° Galleria: € 22,00 + prev.

1° Ordine di Palchi: € 35,00 + prev.

2° Ordine di Palchi: € 30,00 + prev.

3° Ordine di Palchi: € 22,00 + prev.

Biglietti in vendita su Ticketone, Ciaotickets e GeTicket

 

Lunedì 25 Marzo – FIRENZE, TuscanyHall (ex Obihall)

1° Settore: € 40,00 + prev.

2° Settore: € 36,00 + prev.

3° Settore: € 30,00 + prev.

4° Settore (visibilità limitata): € 25,00 + prev.

Biglietti in vendita su Ticketone e nei punti vendita Box Office Toscana

 

Martedì 26 Marzo – ROMA, Auditorium Parco della Musica / Sala Sinopoli

Platea: € 40,00 + prev.

Galleria centrale e laterali: € 30,00 + prev.

Biglietti in vendita su Ticketone

 

Mercoledì 27 Marzo – GENOVA, Politeama Genovese

1° Settore: € 42,00 + prev.

2° Settore: € 36,00 + prev.

3° Settore: € 29,00 + prev.

Biglietti in vendita su Ticketone

 

Giovedì 28 Marzo – TRENTO, Auditorium Santa Chiara

Platea centrale: € 50,00 + prev.

Gallerie laterali: € 40,00 + prev.

Biglietti in vendita su Ticketone e presso le Casse Rurali Trentine

 

Venerdì 29 Marzo – PARMA, Campus Industry Music

Posto unico in piedi: € 30,00 + prev. / € 35,00 in cassa la sera del concerto

Biglietti in vendita su Ticketone e Ciaotickets

 

Sabato 30 Marzo – FONTANETO D’AGOGNA (NO), Phenomenon

Poltronissima: € 40,00 + prev.

Poltrona: € 35,00 + prev.

Galleria: € 30,00 + prev.

Biglietti in vendita su Ticketone e Ciaotickets

 

 

Please reload

Leggi anche i post collegati

Please reload