MUSICA DAL PALCO 

Dove la musica è solo dal vivo

CONDIVIDI IL POST CON I TUOI CONTATTI

NOEMI: Il pop ed altro. Più pop che altro (Recensione Concerto) #Noemi #LaLunaTour

30/05/2018

 

NOEMI

La Luna Tour

29 Maggio 2018

Teatro degli Arcimboldi

Milano

 

Voto: 6,5

 

di Luca Trambusti

Foto di Mirko Fava

 

Era dal novembre 2016 che Noemi mancava da Milano. Allora si presentò in un “club tour” suonando all’Alcatraz (leggi qui recensione). Ritorna ad un anno e mezzo di distanza nel capoluogo lombardo in una location completamente differente, in un contesto più “formale” come il Teatro Degli Arcimboldi. E Milano sembra reagire bene allo spostamento in teatro.

 

 Ovviamente a differente location corrisponde un differente spettacolo. In questa occasione Noemi spinge l’acceleratore sulla sua anima pop senza tuttavia dimenticare il resto della sua pasta. Ancora una volta si concretizza quel dualismo, quella eterna battaglia tra l’essere pop ed avere un’anima ed una passione più blues e rock (con i dovuti distinguo è quanto succede/è successo anche ad Alex Britti).

 

Lo spettacolo che mette in scena Noemi in questo “giro” ha punti di forza e di debolezza. La forza sta innanzitutto nelle doti vocali di Noemi, la sua estensione è incredibile, si muove con disinvoltura sulla basse (e lo fa molto bene) come nelle tonalità più alte. Grande cura anche nell’aspetto visuale con un impianto luci notevole ed una discreta presenza di visual. I punti più alti del concerto si raggiungono quando Noemi “gioca” con il blues. La sua voce ben si adatta a questo genere, si muove con disinvoltura nella musica nera, si sente forte la sua passione che le porta una grande visceralità In questo senso non tradisce nemmeno questo volta l’esecuzione di un suo classico come “Briciole” (il top del concerto) sempre intensa, “sporca” e graffiante. Aggiunge anche una versione in ballata country di “My Good Bad And Ugly” in lingua inglese.

 

Meno forte invece l’aspetto pop. Al di là delle classiche hit (alcune in realtà molto belle) in molti momenti (sopratutto nella prima parte del concerto) manca proprio “la canzone”, la sua struttura, la sua architettura e forma. Fanno difetto certe melodie e la costruzione della canzone stessa . A tutto questo sopperisce l’interpretazione: le doti vocali di Noemi passano in primo piano mettendo il resto al servizio proprio della sua voce (anziché il contrario).

 

Di tutto questo è complice anche la ricerca di una forma più “pulita”, un suono ed un’esecuzione che possano ben adattarsi alla ambientazione teatrale che ha regole e maniere differenti da quelle del club, sia dal punto di vista sonoro che formale e sostanziale. L’accento si sposta dalla musica alla protagonista la quale ne esce bene ma “azzoppata” da qualcosa.

 

Noemi sul palco viaggia tra il nuovo disco e le vecchie canzoni diventate ormai un marchio di fabbrica dandole fama e successo. Il pubblico apprezza, sopratutto sul finale quando Noemi mette ancor più in mostra la sua energia e le sua potenza vocale. A distanza di anni sta molto meglio sul palco e limita il suo “incoraggiamento” ai presenti, pur senza mai dimenticare l’urlo “Ciao Milanooooo” o simili e la sua inconfondibile contagiosa risata.

 La cantautrice romana è andata oltre al pop ed al blues spingendosi sino al remix elettronico di “Porcellana” (l’ultimo singolo del disco “La Luna”), al reggetton (anche no!!!!) ed alla canzone d’autore firmata Lucio Dalla.

 

Ad accompagnarla sul palco di Milano l’ospitata di alcuni colleghi: prima Arisa con cui ci sono stato baci ed abbracci e reciproci scambi di complimenti. In chiusura un canuto Morgan ha ricordato i suoi meriti e piacere nell’averla avuta in squadra ad X Factor (sconfitta secondo il suo “mentore” da una sorta di accordo/complotto o simile dei giudici). Insieme i due hanno (male) interpretato (con un Morgan un po’ sopra le righe) “Canzone Per Te” di Sergio Endrigo piano e voce per concludere lo show sulle note di “Altrove” di Morgan solista cantata in duetto e con la band di Noemi a supporto (ps band che Noemi non ha presentato).

A Roma sul palco saliranno a duettare con Noemi Fiorella Mannoia, Paola Turci e Gaetano Currieri

 

Come sempre Noemi pare “irrisolta”, brava, con grandi potenzialità. E’ in bilico precario tra ciò che fa e ciò che vorrebbe fare; tuttavia riesce a mantenere un equilibrio oscillando tra una parte e l’altra. A volte più di qui a volte più di là….. il filo su cui cammina è quello della sua voce. Alla fine piacevole.

 

Queste le date de “LA LUNA TOUR”:

25 MAGGIO – La Città del Teatro e della Cultura – CASCINA (DATA ZERO)

29 MAGGIO – Teatro degli Arcimboldi – MILANO

30 MAGGIO – Auditorium Parco della Musica – ROMA

16 GIUGNO – Piazza Cavour – CANELLI (AT)

1 LUGLIO – Largo di Porta Grande – CASTELLANA GROTTE (BA)

22 LUGLIO – Piazza Salandra – NARDÒ (LE)

29 LUGLIO – Suoni dal Monviso – SANFRONT - PIAN PILUN (CN)

5 AGOSTO – Piazza Kennedy - PAGLIARE DEL TRONTO (AP)

16 AGOSTO – Piazza Ara dei Santi – COLLELONGO (AQ)

17 AGOSTO – Piazza Aldo Moro – SENISE (PT)

8 SETTEMBRE - Teatro Sala Gran Paradiso del Centro Congressi del Grand Hotel Billia – SAINT VINCENT

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Leggi anche i post collegati

Please reload